Top

L’estate è quasi finita, e per molti questo segna l’inizio di un periodo più lento, grigio, in inglese diremmo “blue mood”, ma sono qui per sfatare la credenza che l’autunno sia solo negatività (se non siete di questo parere, siete già sulla strada giusta!).

Da dove cominciare per convincervi che l’autunno è una stagione bellissima tanto quanto le sue tre colleghe? Beh, tanto per cominciare vi potrei parlare della cascata di foglie variopinte a cui possiamo assistere in questi giorni (dal famoso foliage piemontese, al cumulo che potreste accatastare nel vostro stesso giardino), o dell’aria frizzante ma non ancora fredda che ci permette di godere ancora di piacevoli giornate all’aperto, o ancora dell’inizio della “stagione da Ciobar” (magari a voi non interesserà molto, ma io la aspetto con impazienza!).

Tutte cose molto belle, ma ora basta girare intorno al punto della chiacchierata di oggi: come promesso dal titolo, oggi sono qui per darvi qualche idea o spunto per un Halloween da brivido con i vostri bimbi, quindi partiamo!

Halloween Party al Castello di Bevilacqua

Il Castello di Bevilacqua si trova in provincia di Verona, ed il 31 ottobre organizza uno splendido party di Halloween, che ha inizio alle 20.30 e vi stravolgerà le papille gustative con una cena che ha la zucca come ospite d’onore (inoltre in fase di prenotazione potrete chiedere un menu baby, vegetariano, vegano, per celiaci o con altre necessità!).

La serata è movimentata da zombie e spettri, che verranno letteralmente “a trovarvi” durante la cena e si tratterranno per un’animazione terrificante.

Durante la serata sarete immersi in un ambiente ricco di zucche spaventosissime, incantesimi e la migliore musica che il dj set vi proporrà: in più vi consiglio di partecipare al party con il costume più terrificante che avete (non l’orribile maglione regalato lo scorso Natale, anche se ci va vicino), perchè la serata si concluderà con la premiazione delle maschere più spaventose e originali!

Per partecipare al party è necessario prenotare in anticipo; per maggiori informazioni vi consiglio di visitare il sito ufficiale del Castello, in modo da scoprire in dettaglio il menù e i costi, divisi per fascia d’età (mentre fino ai 3 anni l’ingresso è gratuito).

Se voleste prolungare la permanenza nel Castello, è inoltre possibile pernottare tra le mura trecentesche: un’esperienza da brivido!

Baby Halloween al Castello di Rivalta

Se vi va di passare una giornata all’insegna del brivido e della scoperta in un luogo da fiaba, il Baby Halloween al Castello di Rivalta (Piacenza) fa per voi: il 1° novembre si terrà una giornata ricca di impegni per vostri bambini (dai 3 ai 12 anni circa), a partire dalla visita guidata al castello dalle ore 10.30 (dura circa un’ora e mezza), seguita dal pranzo.

Nel pomeriggio sarete coinvolti nel tour “Il Tormento del Fantasma”, un percorso oscuro e spettrale nel castello, alla ricerca del fantasma che, si dice, si aggiri tra le mura sin dal 1700, talvolta facendo dispetti e scherzetti ai visitatori che osano disturbarlo: sarete abbastanza coraggiosi?

Se avete la possibilità di trattenervi anche la sera, ai bambini dai 12 anni in su è dedicato l’evento serale “La Setta delle Ombre”; anche qui c’è la libertà di partecipare con un costume, purché vi permetta di muovervi comodamente nel castello!

Anche in questo caso la prenotazione è obbligatoria, con prezzi e ulteriori info reperibili sul sito del Castello di Rivalta.

Castello di Gropparello: un bosco da paura

La notte del 31 ottobre, nella notte delle streghe, in un castello spettrale che svetta sui colli piacentini potrete addentrarvi in una terrificante avventura che vi porterà all’interno del castello e nell’oscuro bosco limitrofo a partire dalle ore 18.

Se sopravviverete al percorso ricco di insidie, potrete rifocillarvi con una ricca cena a buffet con animazione a tema nella taverna medievale, nella sicurezza delle mura del castello (ma siete sicuri che sia davvero sicuro?).

Sul sito del castello troverete maggiori info sui costi, divisi per età, e le modalità di prenotazione.

Triora: brivido nella città delle streghe italiana

Ma voi lo sapevate che la famosa Salem nel Massachusetts non è l’unica città delle streghe? E se vi dicessi che ce ne sono anche qui in Italia?

La cittadina di Triora (Imperia) è nota per essere una città di streghe, e ogni Halloween organizza eventi e iniziative speciali per circondare i visitatori di stregoneria e mistero.

Tra le principali attività figura al primo posto (e come potrebbe mancare) il Concorso Miglior Maschera (premiazione nel tardo pomeriggio), che apre la giornata ricca di impegni tra cui molti laboratori per scoprire le proprietà elementi naturali come incensi, pietre ed erbe “delle Streghe” e il laboratorio Dolcetto o Scherzetto, entrambi tenuti in botteghe locali.

Una particolarità che vi propongo è il laboratorio Giacumin U’ Lanterna a cura di un bambino che, tra i caruggi di Triora, creerà insieme ai vostri piccoli delle spaventose lanterne da poter portare con sé.

Dopo aver partecipato anche al workshop Candele Esoteriche, potrete assistere all’esibizione dei Barbarian Pipe Band, mentre intorno alle 20.30 verrà acceso un gran falò, che farà da protagonista per il Gioco del Fuoco, un’antica pratica di magia analogica con la musica che l’accompagna.

Ma che città delle Streghe sarebbe senza una pozione? poco prima delle 21 presso la località La Croce potrete gustare le erbe magiche con la tisana di Karin (non è avvelenata, forse).

Il primo novembre tra le varie attività si aggiunge anche il tour stregato per le vie e i caruggi di Triora: non perdetevelo!

Una mela avvelenata… O era un fico?

Nei weekend di ottobre, Fico si trasforma in un luogo macabro e stregato per accogliere i più piccoli, proponendo workshop, attività e percorsi da mettere i brividi.

Vi piacerebbe cimentarvi in un pumpkin patch? se cercate un’esperienza specifica su quest’attività vi consiglio di curiosare nell’articolo dedicato alle pumpkin patch più belle e divertenti in Italia; se invece vi va di mixare la giornata con altre paurose avventure, Fico propone un tour tra i giardini autunnali pieni di bellissime zucche, pronte ad essere scelte, decorate e intagliate (in base all’età).

Sappiamo tutti che Halloween non è tale senza la famosa tradizione di Dolcetto o Scherzetto: qui l’attività viene proposta fornendo ai bambini un sacchettino di Halloween e una cartolina per cercare e scovare i dolcetti che cela il parco. 

Se siete fan dell’adrenalina (io mi tiro fuori, ho troppa fifa!), cimentatevi nel percorso horror, nel quale dovrete stare attenti a non essere acchiappati da zombie in carne e ossa; sempre sull’onda del brivido, Fico propone ai più coraggiosi anche il labirinto degli orrori.

Oltre ai workshop e ai giochi, è presente anche l’animazione di uno spettacolo pauroso, ricco di sorprese, oltre allo spettacolo di magia nella Casa delle Bolle, al trucca zombie (a meno che non decidiate di stupire tutti con un trucco fatto in casa!) e la cucina degli orrori.

Questo è Halloween, nè!

Nel pomeriggio del 31 ottobre, il centro storico di Carmagnola (TO) si trasformerà in un paese degli orrori con laboratori a tema per i bambini, il photo boot Halloween “In biblioteca con… lo scatto più mostruoso!!”, l’Halloween Bingo, il Quiz da Paura (con dolcetti in palio), l’immancabile Dolcetto o Scherzetto, il tutto arricchito dai truccabimbi che potranno donare ai bambini un aspetto spettrale e spaventoso!

Tra le molte attività in programma emergono anche Stima la zucca, che prevede un dolcetto o uno scherzetto a chiunque tenti di indovinare il peso esatto della zucca esposta, e i più piccoli (o i fan della fiaba originale) possono scattarsi una foto ricordo con il lupo.

Durante il pomeriggio sono previste delle merende a tema, seguite dalla cena a fine giornata, davvero mostruose.

L’iniziativa più importante si svolgerà alla sera con il Viaggio misterioso in notturna nella città di Halloween, che sarà caratterizzato da incontri con cantastorie, acrobati, danzatori, spiriti dall’aldilà, racconti paurosi in compagnia di figure misteriose e terrificanti e al temibile lupo; il percorso che terminerà al Castello Stregato è guidato dallo scheletro del carretto stregato (custode della notte e del passato).

Duelli e terrore al Castello di Scipione

Anche in provincia di Parma troviamo un castello che apre le sue porte alle famiglie per questa spettrale ricorrenza (dalle 18 alle 23), proponendo un’animazione all’avanguardia con personaggi misteriosi e la visita alla prigione Quattrocentesca e del passaggio segreto: il Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino.

La visita al castello si differenzia per la magia che sembra sprigionare, con l’accensione di miriadi di candele che fanno prender vita i personaggi che nel Medioevo vi abitavano: dame e cavalieri tenebrosi, che si aggirano come anime tormentate per il castello, indossando gli abiti e le armature del tempo in cui hanno vissuto.

I cavalieri in particolare si esibiranno in coraggiosi duelli di spada, circondati da fantasmi e luci suggestive che ridanno vita al castello in modo magico, ma anche molto spettrale!

La visita comprende anche un giro nei giardini, decorati per l’occasione con numerose zucche intagliate con figure spaventose.

Il costume a tema è gradito, anche se non obbligatorio, quindi scatenate la fantasia!

A caccia di fantasmi al Castello di Varano

Gli ultimi due sabati di ottobre al Castello Pallavicino di Varano De’ Melegari (PR) sarà possibile andare alla ricerca di un fantasma… proprio così!

Si narra infatti che il fantasma Ubertino, che abita nella fortezza da secoli, sia improvvisamente impazzito e semini il terrore con le sue urla: i più valorosi potranno entrare nel castello per cercare indizi utili a spiegare l’improvvisa follia del fantasma.

La visita è ricca di mostri, stregonerie e piccoli orrori, con tanti giochi ed enigmi da risolvere insieme per scoprire la verità dietro a questo grande mistero.

Halloween bestiale allo Zoom di Torino

Dall’8 ottobre al parco faunistico Zoom di Torino arriva la paura, non a causa di un animale feroce che circola a zampa libera per il parco, ma per le numerose attività da brivido che Zoom propone per grandi e piccoli!

Halloween è una ricorrenza molto importante per i più piccoli, così per Zoom che offre una varietà di iniziative particolari e sgargianti.

Il parco dedicherà 5 serate speciali, riprendendo gli usi e costumi del Messico nella celebrazione dei morti, organizzando feste coloratissime ricche di fiori, frutta (omaggio ai morti in Messico) e maschere variopinte.

Dato che ci troviamo in un immenso parco che pullula di animali, non si poteva non dare una parte anche a loro: un giro di Zoom permetterà ai bimbi di scoprire se e quali animali apprezzano anche il gusto delle iconiche zucche, che per l’occasione saranno sparpagliate in tutti gli habitat.

A livello di intrattenimento, si trovano la zucca e face painting, diverse postazioni dove poter ascoltare storie a tema Halloween e uno spettacolo di fuoco con giocoleria, acrobatica ed equilibrismo da togliere il fiato.

Sul sito del parco è possibile scoprire i dettagli delle serate in base al giorno, gli orari e le modalità di prenotazione: sarà un Halloween animalesco!

Sigurtà: ci saranno le piante carnivore?

Domenica 30 ottobre dalle 10 alle 18 chiunque deciderà di visitare il Parco Giardino Sigurtà verrà avvolto dal terrore e dal brivido: anche qui hanno pensato a delle divertenti (ma paurose ovviamente) attività per i bimbi.

Con i colori autunnali a farle da perfetto sfondo, la giornata sarà ricca di attività a tema e intrattenimenti da paura, sfruttando ovviamente gli angoli e le aree più tenebrose del parco (sicuramente tra questi il sempre apprezzato labirinto!), e perchè no, potreste anche riuscire a intravedere delle zucche mentre vi godete un divertente pomeriggio alla scoperta del meraviglioso giardino.

I bambini e i ragazzi fino ai 14 anni che entreranno vestiti a tema, potranno entrare gratuitamente; io consiglio un costume a tema vegetale: una pianta carnivora!

Siamo giunti al termine della Top 10 per Halloween, ma l’obiettivo di questa giornata è solo uno: vivere un’esperienza da brividi!

Photo by David Menidrey on Unsplash

post a comment